Seleziona una pagina

L’acquaticità neonatale è un insieme di attività acquatiche progettate per neonati e bambini piccoli, che si svolgono sotto la supervisione di un istruttore qualificato. Queste attività possono aiutare a sviluppare le capacità motorie, la coordinazione e la fiducia nell’acqua, e possono essere divertenti per i bambini e i loro genitori. L’acquaticità neonatale può essere iniziata fin dai primi giorni di vita del bambino e può essere continuata fino a quando il bambino è pronto per imparare a nuotare.

La maggior parte degli esperti raccomandano di aspettare fino a quando il neonato non ha almeno 2-4 settimane di età prima di portarlo in piscina per la prima volta. Ciò consente al neonato di stabilizzare la temperatura corporea e di adattarsi alle prime settimane di vita fuori dall’utero.

Inoltre, è importante che il neonato sia stato visto dal pediatra e che non presenti problemi di salute che possono influire sulla sua sicurezza in acqua.

In generale, l’acquaticità neonatale è un’attività sicura e benefica per neonati e bambini piccoli, ma è importante seguire sempre le istruzioni dell’istruttore di acquaticità neonatale e le linee guida per la sicurezza della piscina. E’ importante anche tenere sempre d’occhio il proprio bambino e seguire le sue reazioni e il suo stato d’animo, perché i neonati non sono in grado di comunicare come gli adulti.

Quali sono i benefici dell’acquaticità neonatale?

L’acquaticità neonatale può avere molti benefici per i neonati e i bambini piccoli, tra cui:

  1. Sviluppo motorio: Le attività acquatiche possono aiutare a sviluppare le capacità motorie e la coordinazione, come la capacità di sostenere la testa e il collo, camminare e nuotare.
  2. Benessere fisico: L’acqua calda e il movimento possono aiutare a rilassare i muscoli e alleviare la tensione, migliorando la flessibilità e la mobilità.
  3. Socializzazione: L’acquaticità neonatale può essere un’opportunità per i bambini di interagire con altri bambini e adulti, migliorando le loro abilità sociali e di comunicazione.
  4. Fiducia in se stessi: Le attività acquatiche possono aiutare i bambini a sviluppare la fiducia in se stessi e la sicurezza, sia dentro che fuori dell’acqua.
  5. Prevenzione dell’annegamento: L’acquaticità neonatale può aiutare a prevenire l’annegamento, insegnando ai bambini le abilità di base per nuotare e sopravvivere in acqua.
  6. Sviluppo cognitivo: l’acqua ha un grande effetto sulla percezione sensoriale dei neonati, l’acquaticità neonatale può aiutare lo sviluppo cognitivo e la percezione del proprio corpo.

Come deve essere l’acqua della piscina per svolgere l’attività di acquaticità neonatale?

La temperatura dell’acqua per neonati in piscina dovrebbe essere tra i 32 e i 34 gradi Celsius (90 e 93 gradi Fahrenheit). Questa temperatura è ideale perché aiuta a mantenere il bambino caldo e confortevole, evitando il rischio di ipotermia. È importante che la temperatura dell’acqua sia controllata regolarmente per assicurarsi che sia sempre adatta per i bambini piccoli.

Inoltre, è importante che l’ambiente sia sicuro, l’acqua deve essere pulita e trattata correttamente per evitare la trasmissione di malattie e infezioni, e l’area intorno alla piscina deve essere mantenuta asciutta e priva di ostacoli per evitare cadute e incidenti.

Quale equipaggiamento serve per il bambino?

Per svolgere attività di acquaticità neonatale, è necessario un certo equipaggiamento per garantire la sicurezza e il comfort del bambino. Ecco alcuni degli elementi di base che potrebbero essere necessari:

  1. Pannolino da bagno: un pannolino da bagno specifico per l’uso in acqua, che aiuta a contenere i movimenti involontari del bambino e a evitare perdite.
  2. Salvagente: un salvagente o una fascia di galleggiamento per neonati, per aiutare a tenere il bambino a galla e a fornirgli maggiore sicurezza in acqua.
  3. Coperta da bagno: una coperta da bagno morbida e calda per avvolgere il bambino dopo l’attività acquatica, per aiutare a mantenerlo al caldo e asciutto.
  4. Cuffie: cuffie per proteggere i capelli del bambino dall’acqua.

Consigli per i genitori

E’ comprensibile che i genitori siano preoccupati per la sicurezza del proprio neonato durante l’acquaticità neonatale. E’ importante che i genitori si assicurino che l’ambiente sia sicuro e che sia supervisionato da un istruttore di acquaticità neonatale qualificato.

Per assicurarsi che l’acquaticità neonatale sia sicura per il proprio bambino, i genitori possono fare le seguenti cose:

  1. Parlare con il pediatra del bambino per assicurarsi che non ci siano problemi di salute che possono influire sulla sicurezza del bambino in acqua.
  2. Scegliere una struttura di acquaticità neonatale che soddisfi i requisiti di sicurezza e che sia gestita da istruttori qualificati.
  3. Seguire sempre le istruzioni dell’istruttore di acquaticità neonatale e le linee guida per la sicurezza della piscina.
  4. Tenere sempre d’occhio il proprio bambino e seguire le sue reazioni e il suo stato d’animo durante l’attività acquatica.
  5. Assicurarsi che il bambino sia coperto e asciutto subito dopo l’attività acquatica per evitare il surriscaldamento.

In generale, l’acquaticità neonatale è un’attività sicura e benefica per neonati e bambini piccoli, ma è importante sempre seguire le linee guida di sicurezza e l’istruzione di un istruttore qualificato per garantire la sicurezza del proprio bambino.